Non fare il maiale… sui social

Pensa ad una persona che ti presentano o che si presenta spontaneamente.

Immagina che la sua prima immediata domanda sia: “ti piaccio?
oppure “ti piace il mio negozio?” 
oppure “vieni al mio evento?

Ora pensa a quale potrebbe essere la tua istantanea reazione: 

A) Sei suonato (48%)

B) Sei suonato (48%)

C) Sei simpatico ma suonato (4%)

Ecco, sui social network il meccanismo di reazione mentale funziona più o meno uguale (nella vita reale interferiscono, e non di poco, alcuni fattori che alterano in positivo o in negativo la percezione della domanda e della persona stessa, come ad esempio la comunicazione paraverbale, quella non verbale, l’ambiente circostante oppure sentori emotivi incondizionati).

Ci hai mai pensato? Attraverso uno smartphone, un tablet o un pc, tutto diventa piatto e diretto.
Quei valori che nella realtà riesci a percepire e che ti aiutano a giudicare con più razionalità, nella realtà digitale devono essere sostituiti esclusivamente da un rapporto di dialogo e di stima nel tempo.
Quindi smettete di chiedere amicizia a caso per poi subito dopo invitare al “like” della vostra pagina o l’invito al vostro evento, perché evitate di bruciare la vostra reputazione. 
Sui social network ovvero nella vita digitale così come vita normale di tutti i giorni, la credibilità e la fiducia di una persona (o di un marchio) si costruisce NEL TEMPO con l’ascolto prima di tutto, contenuti di valore, educazione e perseveranza.

Quindi che tu sia una persona qualunque, un professionista o una attività non utilizzare apparenti scorciatoie per raggiungere il tuo obiettivo.

Il social media marketing non è una campagna ma è un percorso come ci spiega in questo bel post di circa un anno fa ma ancora molto attuale dal titolo:

Le Dure Verità del Social Media Marketing

di Veronica Gentili 

Non è semplice e non esistono regole segrete per il successo.
Vi dico la verità, anche a me in passato è capitato di aver fatto il maiale sui social (nel senso buono è). 
Diciamo che l’esperienza, lo studio e la costante presenza sui social da anni mi permette di capirne appieno pregi e difetti. Il segreto è riuscire poi a mettere a frutto le proprie capacità e competenze per trarne o fare trarne vantaggi. 

Grazie della lettura e se vuoi ora fammi sapere tu che ne pensi.
Lasciami un commento, un pollice in su o una condivisione per sapere se hai apprezzato o meno questo pensiero, sarò sicuramente comunque contento che tu sia arrivato a leggere fino a qui. 
E visto che sei arrivato a leggere fino a qui ti dico anche che puoi seguirmi nella mia nuova pagina personale su Facebook ( https://www.facebook.com/ZarriNicola ) dove condividerò contenuti su web #marketing, #social media, #comunicazione digitale, pensieri, aggiornamenti, esperienze solari di vita quotidiana.   

Grazie e buona giornata 😉

 

 

Condividi l’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Abbonatinati

Abbonati gratuitamente alla mia newsletter e resta aggiornato sui prossimi post.

close-link